Un nuovo vino per i 120 anni FIGC: presentata l’etichetta a sostegno di San Patrignano

Un nuovo vino per i 120 anni FIGC: presentata l’etichetta a sostegno di S

Per l’anniversario dei suoi primi 120 anni la FIGC, insieme alla comunità di San Patrignano, ha presentato ieri alla 52ª edizione di Vinitaly a Verona un nuovo vino che testimonia l’incontro di due importanti realtà italiane in un’etichetta originale e in un’esperienza di solidarietà straordinaria. La Federazione ha voluto contribuire così all’attività di San Patrignano, sostenendo economicamente l’operato della Comunità attraverso l’acquisto del vino, che accompagnerà tutte le iniziative nel palinsesto dei 120 anni fino a novembre. 

Ieri, presso lo stand ‘Famiglia Cotarella’, il Sub Commissario della FIGC Alessandro Costacurta, il Direttore Generale e Vice presidente UEFA Michele Uva e la Cofondatrice della comunità di San Patrignano Letizia Moratti hanno tenuto a battesimo il nuovo vino, nato dalla sapiente cura degli enologi Riccardo e Renzo Cotarella e prodotto dai 1300 ragazzi ospitati a San Patrignano, con un’etichetta d’eccezione firmata ‘Scervino’ e con un packaging azzurro da collezione. 

“Questa iniziativa – ha sottolineato Costacurta, che ha consegnato una bottiglia Magnum alla presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati – dimostra come il calcio possa contribuire ad alimentare un sogno, che non è legato soltanto alle vittorie sul campo. Insieme ad altre due eccellenze italiane, il vino di Riccardo e Renzo Cotarella e la Comunità di San Patrignano, la FIGC ha deciso di celebrare i suoi 120 anni con un progetto di solidarietà che caratterizzerà tutto il 2018”.
 

Nella foto la Confondatrice della Comunità di San Patrignano Letizia Moratti e il Sub Commissario della Federcalcio Alessandro Costacurta consegnano una bottiglia Magnum del nuovo vino FIGC alla presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati
 

Store FIGC