Ventura: “Raggiunto l’obiettivo prefissato”. Insigne: “Questo è lo spirito giusto”

Ventura: “Raggiunto l’obiettivo prefissato”. Insigne: “Questo è lo

Ventitré punti, frutto di sette vittorie, due pareggi e una sola sconfitta, quella di Madrid con la Spagna. E’ questo il bilancio della Nazionale di Gian Piero Ventura nel girone di qualificazione al Mondiale, numeri positivi in attesa di un play off a cui l’Italia si presenta da testa di serie. Fondamentale dopo il mezzo passo falso con la Macedonia il successo con l’Albania in un match combattuto ed equilibrato, in cui l’Italia ha dimostrato di saper tirar fuori quel carattere decisivo per superare i momenti più delicati: “Abbiamo raggiunto gli obiettivi che ci eravamo prefissati – commenta il Ct – sono contento per i ragazzi perché danno sempre grande disponibilità. Questo è un gruppo importante, abbiamo qualche limite in questo momento, ma c'era la voglia di provare a fare delle cose. Ero fiducioso prima quando i momenti venivano definiti drammatici, lo sono ancora di più adesso”.

A decidere la sfida di Scutari ci ha pensato Antonio Candreva, al settimo gol in maglia azzurra, il primo stagionale: “Dopo la partita contro la Macedonia – dichiara l’esterno dell’Inter – cercavamo una rivincita, ci siamo parlati e ricompattati anche in vista del play off. Abbiamo fatto una prova positiva, le vittorie non sono mai banali. Per tutti noi è importante arrivare al Mondiale. Servono sacrificio, umiltà e lo spirito italiano che ci contraddistingue”.

Se Candreva era stato tenuto a riposo venerdì a Torino, Gagliardini ha giocato la sua seconda partita nel giro di quattro giorni: “E' una serata positiva, abbiamo conquistato una grande vittoria e non era facile. Sono tre punti meritatissimi. E' stata una partita combattuta, abbiamo concesso solo qualche tiro da fuori area. C'è sempre da migliorare, sicuramente lo faremo con il mister”.

Anche Lorenzo Insigne guarda con fiducia al futuro: “Abbiamo parlato, siamo tutti ragazzi intelligenti e oggi abbiamo dato una risposta importante in campo, questa è la vittoria del sacrifico. Ora abbiamo maggiore consapevolezza nei nostri mezzi”. Il fantasista del Napoli ha cercato il gol e dalla sue accelerazioni sono nate alcune delle occasioni più pericolose: “Abbiamo fatto una grande gara, tutti uniti per cercare la vittoria. Questo è lo spirito con cui dobbiamo affrontare ogni partita, cattivi su ogni palla. Dobbiamo dare tutto sino alla fine”.

Tra i protagonisti dell’Europeo francese, Eder sogna di poter giocare anche il prossimo Mondiale. Ma prima c’è un play off da superare: “La squadra ha dimostrato voglia e carattere, abbiamo fatto una buona partita su un campo difficile. Dobbiamo ripartire da qua aspettando i sorteggi”.

Store FIGC