A Cheonan gli ottavi contro la Francia, un match da dentro o fuori

A Cheonan gli ottavi contro la Francia, un match da dentro o fuori

Sulla strada dell’Italia c’è la Francia, un’avversaria che gli Azzurrini non hanno dimenticato. Contro i transalpini l’Under 20 si gioca domani (al Cheonan Sports Complex, ore 20 locali, le 13 italiane) il passaggio ai quarti del Campionato del Mondo di categoria, ma anche un pezzetto di passato. La posta in palio è alta per due motivi: è partita da dentro o fuori, ma anche l’occasione per riscattare la sconfitta (4-0) subita un anno fa dall’Under 19 nella finale europea.

Evani, che ha ricevuto la telefonata del ct Ventura, non nasconde le difficoltà a cui la sua squadra andrà incontro: “Ringrazio il Commissario tecnico – ha dichiarato – per le sue parole di incoraggiamento. Domani avremo di fronte una squadra che è candidata alla vittoria di questo Mondiale, una compagine che ha pochi limiti in tuti i reparti, sia fisici che tecnici. Rispetto allo scorso anno la situazione è cambiata: molti dei nostri ragazzi hanno fatto esperienze significative nei propri club, sono cresciuti anche mentalmente e potranno dire la loro. Ci manca Barella, che aveva già incontrato la Francia nella finale in Germania e che a centrocampo ci sarebbe stato tanto utile, ma ogni partita è una storia a sé e domani noi racconteremo la nostra”.

I transalpini hanno finora schierato un 4-3-3 molto aggressivo con una difesa solida: un totale di nove reti segnate e nessuna subita. La spina dorsale della squadra è composta da una linea d’attacco formata dal centravanti in forza al Psg, Jean Levi Augustin, che segnò la prima rete nella finale europea dello scorso luglio, dal figlio d’arte Yohann Thuram e da Ludovic Blas. Altri punti di forza sono il mediano e ispiratore della manovra Lucas Tousart, giocatore dell’Olympique, e i due centrali difensivi Onguene e Diop fisicamente prestanti e dotati di una buona tecnica individuale.

Il clima all’interno del gruppo azzurro è comunque sereno. Raggiunti i compagni, il difensore dell’Empoli Federico Dimarco ha svolto il lavoro di rifinitura con grande impegno, con la voglia di riscattare la sconfitta subita contro i francesi nella finale europea dello scorso anno. “Deciderà il tecnico se sarò in campo – dichiara – da parte mia cercherò di dare il mio contributo per proseguire questi mondiali e spero anche di prendermi una rivincita”.

Riccardo Orsolini è tra i pochi Azzurrini assenti lo scorso anno in Germania. L’attaccante dell’Ascoli, che ad oggi è il miglior realizzatore della squadra in questo Mondiale (due reti, una contro il Sudafrica e l’altra con il Giappone) non nasconde la sua emozione: “I compagni mi hanno raccontato l’avventura vissuta un anno fa agli Europei in Germania e mi hanno detto che la Francia è una squadra tosta, difficile da battere. Le precedenti partite le abbiamo affrontate con grinta e determinazione, cose che potrebbero essere domani la nostra arma in più da usare contro i francesi”.

Due gli ottavi di finale disputati ieri: i padroni di casa della Corea e il Giappone hanno ceduto ai loro avversari, rispettivamente Portogallo (3-1) e Venezuela (1-0 dts).

Risultati e classifica del Gruppo D della Coppa del Mondo FIFA

Prima giornata (21 maggio)
ITALIA-Uruguay 0-1
Sudafrica-Giappone 1-2

Seconda giornata (24 maggio)
Sudafrica-ITALIA 0-2
Uruguay-Giappone 2-0

Terza giornata (27 maggio)
Giappone-ITALIA 2-2
Sudafrica-Uruguay 0-0

Classifica: Uruguay 7 punti, Italia e Giappone 4, Sudafrica 1

Il quadro degli ottavi di finale
30 maggio: Venezuela-Giappone 1-0 (dts)
30 maggio: Corea del Sud-Portogallo 1-3
31 maggio: Uruguay-Arabia Saudita (ore 17 locali, le 10 italiane – Suwon)
31 maggio: Inghilterra-Costa Rica (ore 20 locali, le 15 italiane – Jeonju)
1° giugno: Messico-Senegal (ore 16.30 locali, le 9.30 italiane – Incheon)
1° giugno: Francia-ITALIA (ore 20 locali, le 13 italiane – Cheonan)
1° giugno: USA-Nuova Zelanda (ore 20 locali, le 13 italiane – Incheon)

Store FIGC