Amsterdam, la “Venezia del Nord”

Amsterdam, la “Venezia del Nord”

Con quasi 800 mila abitanti, Amsterdam è la Capitale dei Paesi Bassi, benché non sia la sede del Governo, situato a L’Aia.

Fondata intorno al XIII secolo, nacque come villaggio di pescatori, sviluppatosi attorno a una diga (dam) del fiume Amstel, da qui l’originario nome di Amstelledamme.

La città, divenuta tale durante il secolo successivo, quando Gwijde van Henegouwen, vescovo di Utrecht, la proclamò tale, ebbe un rapido e forte sviluppo nei secoli a venire.

Il periodo a cavallo tra XVI e XVII, è considerato l’età dell’oro della città, che si impose come predominante porto commerciale. Molti degli edifici, che la caratterizzano tuttora come meta turistica, sorsero durante quel periodo: ad esempio il municipio in Dam Square (dove prima c’era la diga), il Westerkerk, Zuiderkerk e i celebri canali. In quegli anni Amsterdam passò dal Regno di Borgogna al dominio spagnolo.

L’espansione olandese portò alla fondazione di colonie in India, Indonesia, Africa e nelle Americhe, sotto la bandiera della Compagnia Olandese delle Indie Occidentali.

Gli attacchi di Francesi e Inglesi nel 1672 segnarono la fine di quel periodo di grande splendore.

La città riuscì tuttavia a mantenere se stessa tra i centri finanziari più importanti dell’Europa Centrale, garantendo ai propri cittadini prosperità e ulteriore sviluppo.

Nel XIX Amsterdam, che da tempo era stata annessa al Regno d’Olanda, venne occupata dai Francesi, soffrendo anni di recessione economica e diminuzione dell’espansione demografica. Una situazione che durò fino alla Rivoluzione Industriale, quando la città riprese ad ingrandirsi.

La Prima Guerra Mondiale non coinvolse i Paesi Bassi, che furono invece invasi nel conflitto successivo dalla truppe tedesche di Hitler. In quegli anni, Amsterdam fu uno dei centri maggiormente colpiti dalla deportazione degli ebrei, di cui Anne Frank divenne simbolo.

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, la capitale olandese divenne uno dei luoghi maggiormente associati al movimento hippie, quindi si arricchì etnicamente a seguito di una significativa immigrazione proveniente da Suriname, Marocco e Turchia, che ha contribuito a darle l’attuale aspetto multietnico.

Città affascinante e coinvolgente, Amsterdam vanta l’appartenenza del proprio centro storico alla lista dei Patrimoni dell’UNESCO. L’incredibile rete di canali cittadina, circa 1.600, per 1.500 ponti e quasi 100 isole, le è valsa il soprannome di “Venezia del Nord”.

Il 28 Marzo Amsterdam ospiterà la prestigiosa amichevole tra l’Olanda padrone di casa e l’Italia di Gian Piero Ventura nello splendido scenario della “Amsterdam ArenA”. Calcio d’inizio alle 20.45! 

INFO BIGLIETTI OLANDA-ITALIA

Vai ad Amsterdam per Olanda-Italia? Partecipa al Fan Match contro i tifosi Orange!

Store FIGC