Azzurre in Moldova, prosegue la rincorsa al Mondiale. Bertolini: “Non esistono partite facili”

Azzurre in Moldova, prosegue la rincorsa al Mondiale. Bertolini: “Non esi

Quattro partite, quattro vittorie, dieci gol realizzati, nessuno subito: è questo l’invidiabile bilancio della Nazionale Femminile nelle qualificazioni alla Coppa del Mondo di Francia 2019, una striscia vincente che le Azzurre vogliono allungare domani (ore 13 locali, 12 italiane) sul campo sintetico del centro tecnico federale di Vadul lui Voda nel match che le vedrà opposte alla Moldova, fanalino di coda del girone con una sola rete realizzata e ben 28 incassate nelle prime quattro gare.

Reduce dalla prima finale della sua storia nella ‘Cyprus Cup’ e salita al 15° posto del ranking FIFA, l’Italia scenderà in campo con l’obiettivo di conquistare altri tre punti per presentarsi da prima della classe all’incontro in programma il 10 aprile a Ferrara con il Belgio, una sfida di fondamentale importanza per ipotecare quel primo posto che vale l’accesso diretto a un Mondiale a cui la Nazionale manca da ormai vent’anni: “Ma prima dobbiamo pensare a battere la Moldova – avverte il Commissario tecnico Milena Bertolini – e a prenderci tre punti importantissimi. A livello internazionale non esistono partite facili, sarà fondamentale avere l’approccio giusto alla gara con la consapevolezza che se giochiamo a ritmi bassi ogni squadra può metterci in difficoltà. Sulla carta i valori sono diversi, ma questa gara nasconde delle insidie e il rischio maggiore è sottovalutare inconsciamente le nostre avversarie. Se vogliamo andare al Mondiale dobbiamo giocare ogni partita come fosse una finale”.

Con quattro giocatrici diffidate (Gama, Guagni, Galli e Bonansea) e alcune Azzurre non al meglio della condizione, Bertolini deve ancora sciogliere gli ultimi dubbi di formazione: “Scenderà in campo chi sta meglio – sottolinea la Ct – vedo le ragazze concentrate e molto determinate. Ho 23 giocatrici a disposizione e nell’arco delle due partite saranno tutte importanti, a Cipro ho avuto la conferma che molte di loro sono cresciute e che sono pronte a dare il proprio contributo”.

Sei mesi fa allo stadio Alberto Picco di La Spezia è iniziata l’avventura di Milena Bertolini sulla panchina della Nazionale: avversario proprio la Moldova, battuta 5-0 con la doppietta di Girelli e le reti di Sabatino, Bonansea e Bergamaschi: “Abbiamo avuto un approccio devastante – ricorda Bertolini – incanalando subito nel modo giusto la partita e segnando quattro gol già nel primo tempo. Domani dovremo scendere in campo con lo stesso atteggiamento. Rispetto a sei mesi fa ci conosciamo meglio e le ragazze condividono sempre di più la mia idea di calcio: siamo l’Italia e dobbiamo sempre fare la partita”.

L’elenco delle convocate

Portieri: Chiara Marchitelli (Brescia), Laura Giuliani (Juventus), Rosalia Pipitone (Res Roma);
Difensori: Elena Linari (Fiorentina), Alia Guagni (Fiorentina), Elisa Bartoli (Fiorentina), Cecilia Salvai (Juventus), Sara Gama (Juventus), Linda Cimini Tucceri (San Zaccaria), Lisa Boattin (Juventus);
Centrocampiste: Aurora Galli (Juventus), Laura Fusetti (Brescia), Martina Rosucci (Juventus), Manuela Giugliano (Brescia), Barbara Bonansea (Juventus), Greta Adami (Fiorentina), Eleonora Goldoni (Tennessee State University), Lisa Alborghetti (Mozzanica), Benedetta Glionna (Juventus);
Attaccanti: Daniela Sabatino (Brescia), Ilaria Mauro (Fiorentina), Valentina Giacinti (Brescia), Cristiana Girelli (Brescia).

Staff – Capo delegazione: Barbara Facchetti; Coordinatrice Nazionali Femminili: Annarita Stallone; Commissario tecnico: Milena Bertolini; Assistente: Attilio Sorbi; Segretario: Elide Martini; Preparatore atletico: Stefano D’Ottavio; Preparatore dei portieri: Cristiano Viotti; Match analyst: Marco Mannucci; Medici: Matteo Guzzini e Monica Fabbri; Fisioterapisti: Roberto Cardarelli, Maurizio D’Angelo e Andrea Mangino; Nutrizionista: Natale Gentile.

Programma e classifica del Gruppo 6

Domani
Ore 12: Moldova-ITALIA
Ore 19.30: Belgio-Portogallo
Classifica: ITALIA 12 punti (4), Belgio 9 (3), Portogallo 3 (3), Romania 3 (4), Moldova 0 (4).

Store FIGC