Bis degli azzurri al FIFA Qualifier di Jesolo: 9-6 sulla Turchia

Bis degli azzurri al FIFA Qualifier di Jesolo: 9-6 sulla Turchia
E’ un azzurro vivo quello della nazionale di Beach Soccer che nell’Arena di Jesolo stracolma ha lottato su ogni pallone per avere ragione della Turchia (9-6) nella seconda gara del girone A delle qualificazioni europee ai mondiali. Un successo che vale il passaggio virtuale alla seconda fase di queste qualificazioni ai mondiali.
L’Italbeach è partita forte dominando i primi due tempi grazie a scambi al volo veloci e ficcanti che hanno esaltato il pubblico. Gori e Palmacci hanno sfoggiato rovesciate a ripetizione. L’attaccante del Viareggio ha messo a segno cinque gol sciorinando tutto il suo repertorio. Con i tre centri della prima gara sono otto nel torneo. Una prestazione che ha strappato gli applausi del pubblico che ha scandito il nome del bomber durante la partita. Anche Palmacci ha firmato la sfida replicando la rete del 2010 sempre con la Turchia. Stesso discorso per Ramacciotti a segno nell’ultimo precedente con i turchi e in gol anche in questa occasione.  Zurlo ha segnato nel momento caldo del match. La matematica non assicura il passaggio del turno dell’Italia ma ormai si tratta di pura formalità. Per la seconda partita di fila l’Italbeach ha sfoggiato i suoi punti di forza, organizzazione e qualità tecnica che hanno fatto la differenza con sia con i serbi sia con i turchi. Questo successo del gruppo azzurro aumenta l’autostima e la fiducia nei propri mezzi, vincere aiuta a vincere, una ricetta che può essere applicata anche ai ragazzi del beach soccer. Sfinito ma soddisfatto il ct Massimo Agostini:” L’approccio alla gara è stato importante, abbiamo subito indirizzato un match che poteva complicarsi, d’altronde la Turchia nella prima partita ha battuto la Bielorussia. Abbiamo subito troppi tiri liberi ma purtroppo gli avversari l’hanno messa sul fisico e i miei ragazzi a volte sono stati presi dalla foga agonistica. Non abbiamo mai perso la calma cercando di giocare a beach soccer senza lasciarci influenzare dagli avversari. Ancora non abbiamo fatto nulla, dobbiamo continuare così”.  A fine gara Gabriele Gori è stato accolto da una folla di tifosi, autografi e foto ricordo per tutti, parliamo di beach soccer ma il calore del pubblico è da Serie A:” Quando la gente ti sostiene così in campo ti trascina e vai anche oltre i tuoi limiti” – sorride Gori. “Ci tenevo a partire forte in questa competizione dopo che un infortunio mi ha fatto saltare tutto l’Europeo. Tutta la squadra ha girato a mille, siamo contenti di aver regalato una gioia a questo pubblico incredibile, spero sia solo l’inizio di una lunga serie di altre giornate importanti”.

Domani sempre alle ore 17.45 in diretta su RaiSport 1 l’Italia affronterà l’ostica Bielorussia per il primo posto del girone. I bielorussi sono a quota tre punti in piena lotta qualificazione insieme agli azzurri dopo aver battuto facile la Serbia per 8-1 nella seconda gara del girone.  Se passa come prima l’Italia nel secondo girone incontrerà la seconda classificata del gruppo C ed F insieme alla seconda migliore terza di tutti e sette i gironi. Attenzione massima, fino all’ultimo Europeo l’Italia in sei sfide aveva sempre superato i bielorussi comprese le Europe Qualifier proprio qui a Jesolo nel 2014. Pochi giorni fa a Catania in una gara che certo contava poco (finale 5^ e 6^posto) la Bielorussia si è tolta la soddisfazione di superare per la prima volta gli azzurri.

Orgoglio anche per gli arbitri italiani impegnati nella manifestazione. Gionni Matticoli della sezione d’Isernia e Alfredo Balconidella sezione di Sesto San Giovanni reduci dalla finale di Euroleague di Catania fanno parte del gruppo dei fischietti presenti a queste qualificazioni europee ai mondiali insieme a Manolo Picchio di Macerata e Giuseppe Sicurella di Agrigento. La situazione generale è fluida, ne guadagna lo spettacolo. Tranne le corazzate Italia e Portogallo già sicure della qualificazione, le altre sono in corsa. Sembra che nel beach come nel calcio non ci siano più nazionali cuscinetto. Negli altri gironi continuano a segnare giocatori che hanno calcato la sabbia del campionato italiano, raffica di gol per Maci della Romania (ex Catania, Canalicchio gli ultimi club), Leo e Jordan per il Portogallo (il primo con Milano, il secondo tanta Samb e ultima stagione a Catania). Domani altra giornata intensa, otto gare a partire dalle ore 9.00, un altro giorno di calcio dove è ancora possibile sorridere, applaudire e divertirsi.

RISULTATI, CLASSIFICHE E PROGRAMMA

Venerdì 2 settembre
Gruppo A: Bielorussia – Turchia 2-3; Serbia-ITALIA 4-8 Gruppo B: Inghilterra-Romania 6-4; Moldavia-Portogallo 0-15 Gruppo C: Germania-Norvegia 4-3 det; Kazakhstan-Russia 1-5 Girone E: Danimarca-Spagna 2-10 Gruppo G: Bulgaria-Ungheria 7-8 dcr (3-3); Francia-Azerbaijan 3-2

Sabato 3 settembre
Gruppo A: Bielorussia-Serbia 8-1 – ITALIA-Turchia 9-6
Classifica: ITALIA 6; Turchia, Bielorussia 3 punti; Serbia 0 Gruppo B: Inghilterra-Moldavia 0-3 – Portogallo-Romania 11-0
Classifica: Portogallo 6; Inghilterra, Moldavia 3; Romania 0 Gruppo C – Classifica: Russia 3; Germania 2; Norvegia e Kazakhstan 0 Gruppo D: Lituania-Svizzera 1-16 – Grecia-Olanda 5-1
Classifica: Svizzera, Grecia 3; Olanda, Lituania 0 Gruppo E: Polonia-Estonia 5-3
Classifica: Spagna, Polonia 3; Estonia e Danimarca 0 Gruppo F: Georgia-Ucraina 5-8
Classifica: Ucraina 3; Georgia, Rep. Ceca* 0 Gruppo G – Classifica: Francia 3; Ungheria 1; Bulgaria e Azerbaijan 0

*una gara in meno

Domenica 4 settembre
Gruppo A: h 12:45 Turchia-Serbia – h 17:14 Italia-Bielorussia Gruppo B: h 11.30 Romania-Moldavia – h 16.30 Portogallo-Inghilterra Gruppo C: h 9:00 Germania-Kazakhstan – h 15:15 Russia-Norvegia Gruppo G: h 10:15 Ungheria-Azerbaijan – h 14:00 Francia-Bulgaria

Store FIGC