Buon compleanno a Marco Materazzi, Alessandro Matri e Cesare Prandelli!

Buon compleanno a Marco Materazzi, Alessandro Matri e Cesare Prandelli!

Oggi Marco Materazzi, Alessandro Matri e Cesare Prandelli compiono gli anni. Il difensore campione del mondo spegne 44 candeline, il neo attaccante del Sassuolo compie 33 anni, mentre l’ex ct azzurro tocca quota 60.

La carriera di Marco Materazzi, nato a Lecce il 19 agosto 1973, ha trovato certamente il suo apice nella Coppa del Mondo vinta a Berlino nel 2006: un Mondiale in cui diventa titolare dopo l’infortunio di Nesta e che lo vede protagonista con il gol in finale contro la Francia. Il suo esordio azzurro era arrivato cinque anni prima, a Perugia, nell’amichevole vinta 1-0 contro il Sudafrica (25 aprile 2001). In totale, Materazzi ha vestito 41 volte la maglia della Nazionale, realizzando 2 gol.
A livello di club, la sua carriera è legata soprattutto all’Inter, con cui ha conquistato il “triplete” nel 2009/2010. Con i nerazzurri ha vinto 5 Scudetti, 4 Coppe Italia, 4 Supercoppe Italiane, una Champions League e una Coppa del Mondo per club. In totale ha trascorso 11 stagioni ad Appiano Gentile.

Alessandro Matri nasce il 19 agosto 1984 a Sant’Angelo Lodigiano, in provincia di Lodi. Approda dodicenne nel settore giovanile del Milan e con i rossoneri debutta in Serie A il 24 maggio 2003 contro il Piacenza. Dopo i prestiti a Prato, Lumezzane e Rimini, nel 2007 passa al Cagliari, poi alla Juventus. La stagione 2010/2011 rimane la più prolifica della sua carriera nella massima serie: 20 reti, 11 con la maglia dei sardi e 9 con quella dei bianconeri, dopo il trasferimento a Torino a metà campionato. Con la Juve vince due Scudetti e due Supercoppe Italiane, prima di fare ritorno al Milan e, successivamente, vestire le divise di Genoa, Fiorentina, ancora Juventus, quindi Lazio e infine Sassuolo, suo club attuale.

Ottiene la prima convocazione in azzurro nel febbraio 2011, mentre per l’esordio deve attendere il mese successivo: il 29 marzo, nell’amichevole di Kiev con l’Ucraina, entra in campo al minuto 62 al posto di Giuseppe Rossi e gli bastano 21 minuti per bagnare il suo debutto con il gol che fissa il punteggio sul 2-0 per la Nazionale di Cesare Prandelli. Quella rete rimane l’unica di Matri nelle 7 presenze fin qui collezionate in azzurro, l’ultima delle quali risale al 16 giugno scorso, nell’amichevole giocata a Ginevra contro il Portogallo.

Cesare Prandelli, nato ad Orzinuovi il 19 agosto 1957, sposa l’azzurro nel maggio 2010, quando firma un accordo quadriennale per guidare la Nazionale. Conduce gli Azzurri fino alla finale dei Campionati Europei 2012, persa contro la Spagna, mentre nella Coppa del Mondo 2014 il cammino azzurro si conclude al primo turno.
Nei quattro anni alla guida della Nazionale, Prandelli si è seduto 56 volte sulla panchina azzurra, dato che lo posiziona al terzo posto della classifica dei commissari tecnici che hanno guidato più volte la Nazionale, alle spalle di Bearzot e Pozzo. Il suo bilancio è di 23 vittorie, 20 pareggi e 13 sconfitte.

Store FIGC