Costacurta: “I ragazzi stanno vivendo delle emozioni che non svaniranno mai”

Costacurta: “I ragazzi stanno vivendo delle emozioni che non svaniranno m

Dopo due giorni trascorsi con la Nazionale Under 17, ieri sera il sub commissario della FIGC Alessandro Costacurta ha fatto ritorno in Italia. Insieme al tecnico dell’Under 21 Luigi Di Biagio, ha assistito alla seconda partita del Campionato Europeo tra l’Italia e i padroni di casa dell’Inghilterra, dove ha potuto apprezzare qualità ed intensità di gioco e la partecipazione del pubblico, accorso numeroso per questo importante appuntamento.

Costacurta ha parole di apprezzamento per il risultato raggiunto dalle quattro Nazionali giovanili Azzurre, tutte qualificate per la prima volta nella storia alle Fase finali dei rispettivi Campionati Europei. Un traguardo di buon auspicio per il futuro dell’intero movimento: “Realizzare un ein plein di questo tipo – sottolinea Costacurta – dimostra che lo stato di salute del calcio italiano è molto buono. Rimaniamo speranzosi e ottimisti sul futuro del nostro calcio, anche se sembra che la realtà che sta vivendo la Nazionale A ci abbia rinchiusi in un angolo buio. Io penso che non sia così e questi risultati stanno qui a dimostrarlo”.

Sull’apporto che l’esperienza in Nazionale dà alla crescita di un giovane calciatore, il sub commissario non ha dubbi: “E’ certamente un’esperienza molto formativa, incontrare i più forti ti fa crescere. In un contesto internazionale tutto cambia: i ritmi di gioco e l’atletismo sono molto più intensi e giocare di fronte ad un pubblico di 10.000 spettatori come avvenuto in occasione della partita con l’Inghilterra è una differenza che un ragazzo di questa età percepisce e che lo fa crescere”.

All’exploit Azzurro hanno dato pari contributo le Nazionali femminili, con l’Under 17 che oggi ha fatto il suo esordio nel Campionato Europeo in Lituania ottenendo un buon pareggio con la Spagna: “Invio alle ragazze il mio in bocca al lupo e penso che questa esperienza, come per i ragazzi, sarà per loro fondamentale. Quello del femminile è un movimento in crescita esponenziale: la vicina qualificazione della Nazionale A ai prossimi Mondiali e i risultati conseguiti dalle giovanili femminili faranno ulteriormente aumentare il bacino delle appassionate”.

Un’ultima considerazione su questi campionati Europei in Inghilterra, che ravvivano i ricordi di Costacurta ai primi passi verso una carriera indimenticabile: “Mi hanno colpito l’organizzazione e la condivisione di tutti gli spazi, dai campi di gioco agli stadi. Il St. George Park, il centro federale inglese, è una struttura meravigliosa. Vedendo questi ragazzi provo un po’ d’invidia, non solo per i posti in cui giocano, ma per le emozioni che stanno vivendo e che non svaniranno mai. Mi tornano alla memoria le mie partite nelle Nazionali giovanili, ricordi che ancora mi porto dentro”.

Store FIGC