Domani la Slovenia per andare ai quarti. De Luca “Prendiamoci questa qualificazione”

Domani la Slovenia per andare ai quarti. De Luca “Prendiamoci questa qual
Il day after Azzurro è iniziato stamattina con una seduta di allenamento sul parquet della ‘Stozice Arena’ di Lubiana, oggi sommersa da mezzo metro di neve. I ragazzi di Menichelli hanno effettuato  una rifinitura a ritmi blandi per recuperare dalle fatiche del match d’esordio nel Campionato Europeo contro la Serbia concluso con un pareggio (1-1) in rimonta grazie alla rete di Massimo De Luca. A nulla è valso l’assalto Azzurro nel secondo periodo di gioco per via delle parate del rientrante Aksentijević, fuori contro la Slovenia per squalifica.

Una partita dura, che ha avuto tra i suoi effetti negativi la brutta botta ricevuta poco sopra il ginocchio sinistro da Gabriel Lima quasi allo scadere dell’incontro. Il giocatore non potrà essere disponibile per il match di domani contro la Slovenia (ore 20.45 – diretta su Fox Sports), la partita che vale il passaggio ai quarti di finale, con l’Italia che si qualificherebbe con un successo o con un pareggio dal 3-3 in su (con il 2-2 sarebbero decisivi i cartellini ricevuti nelle prime due gare, per ora la Serbia ha 5 ammonizioni e l’Italia 2). Per accertare gli effetti prodotti dal trauma subito, Lima questa sera alle 18 sarà sottoposto ad una risonanza magnetica grazie alla quale si stabilirà se ci saranno possibilità di recupero nei prossimi giorni. In via precauzionale, il ct Menichelli ha convocato Rodolfo Fortino, compagno di Merlim nello Sporting Lisbona, che in serata raggiungerà gli Azzurri nel ritiro di Lubiana. Se il referto clinico non dovesse essere positivo per Lima, si farà richiesta ufficiale alla Uefa di poter utilizzare Fortino quale sostituto del capitano Azzurro.

Intanto, Massimo De Luca si gode la sua giornata di popolarità: il gol di ieri ha rimesso in piedi la possibiltà dell’Italia di arrivare prima nel gruppo, anche se domani l’Arena sarà infuocata dalla presenza di almeno 10.000 spettatori: “Questa è una cosa che non ci spaventa – dice sornione il giocatore napoletano, affettuosamente soprannominato ‘lo scugnizzo’ – anzi ci esalta. Anche se il tifo sarà contro, la nostra squadra è abituata ad affrontare situazioni del genere: non vediamo l’ora di scendere in campo per prenderci questa qualificazione”. De Luca non nasconde la propria soddisfazione: “Sono felice non tanto per il gol segnato, ma soprattutto per l’importanza che ha avuto per tutti noi, perché comunque il pareggio ci offre ancora la possibilità di diventare primi nel girone e continuare questo Europeo da protagonisti”.

Tra le note felici di questa giornata, Stefano Mammarella compie oggi 34 anni: “Sono al quinto Europeo e non è la prima volta che mi capita: il più bel regalo che i miei compagni mi possono fare – conclude il portiere Azzurro –  è quello di conquistare domani, tutti insieme, questa qualificazione”. Oggi si continua con le partite del gruppo C (Russia-Ucraina, ore 20.45, diretta Fox Sports) e del gruppo D (Francia-Azerbaigian, ore 18, diretta Fox Sports). Il Kazakistan (gruppo B) è la prima squadra ad aver conquistato il passaggio ai quarti di finale.

I gruppi del Campionato Europeo

Gruppo A: Slovenia, Serbia, ITALIA
Gruppo B: Russia, Kazakistan, Polonia
Gruppo C: Portogallo, Ucraina, Romania
Gruppo D: Spagna, Azerbaigian, Francia

*si qualificano ai quarti di finale le prime due classificate di ciascun gruppo

Calendario, risultati e classifica del Gruppo A

30 gennaio: Slovenia-Serbia 2-2
1° febbraio: ITALIA-Serbia 1-1
3 febbraio: ITALIA-Slovenia (ore 20.45, diretta Fox Sports)

Classifica: Serbia 2 punti, Slovenia e ITALIA 1 punto

Store FIGC