Il cammino riparte dalla Croazia. Nicolato: “Da domani si comincia a costruire il gruppo”

Il cammino riparte dalla Croazia. Nicolato: “Da domani si comincia a cost

La Nazionale Under 19 è atterrata oggi in Croazia e nel pomeriggio ha sostenuto a Sibenik un allenamento in preparazione dell’amichevole che domani alle 18.30, a Zara, giocherà contro i padroni di casa della Croazia. Questa è la partita che segna l’esordio di Paolo Nicolato – titolare la scorsa stagione della Nazionale Under 18 – sulla panchina dove lo scorso anno sedeva Roberto Baronio.

Una Nazionale da costruire nel segno della continuità con l’attività dell’Under 18 che ha portato il tecnico vicentino, con un lungo trascorso di allenatore a Chievo e Lumezzane, a disputare 9 amichevoli riportando 3 vittorie, due sconfitte e 4 pareggi: “Cercheremo di mettere a frutto il lavoro fatto la scorsa stagione – afferma il neo tecnico della Nazionale giovanile – avvalendoci dell’esperienza dei ragazzi che lo scorso anno hanno giocato sotto età nella Under 19 e tenendo presente che il nostro obiettivo quest’anno è di ben figurare nel campionato europeo di categoria”.

La prima fase di qualificazione del torneo continentale si svolgerà in Svezia all’inizio di ottobre (dal 4 al 10) e l’Italia è stata inserita nel gruppo 9 con la Svezia, l’Estonia e la Moldova: “Un appuntamento molto ravvicinato – sostiene Nicolato – per prepararci avremo a disposizione, oltre all’amichevole di domani, altre due partite con Turchia e Russia: con queste tre gare dovremo essere in grado di diventare una squadra con le capacità necessarie per superare questo primo scoglio”.
In questa prima fase sono le prime due squadre ad andare avanti, ma il tecnico non concede attenuanti: “A livello europeo, soprattutto nelle squadre giovanili – avverte Nicolato – spesso non serve fare i conti a tavolino parlando di squadre più deboli o più forti: tutto dipenderà dal nostro livello di coesione, dallo stato di forma e dalla motivazione, tutte cose che dovremo fare in fretta a mettere in campo”.

Sulla partita di domani contro la Croazia il tecnico non ha dubbi: “Sarà sicuramente un ottimo test: incontreremo una squadra che, in virtù della sua determinazione e fisicità, sarebbe un avversario ostico per chiunque (l’ultima amichevole persa lo scorso settembre per 1-0 ndr). Non sarà importante il risultato, ma constatare il livello di forma raggiunto dai nostri ragazzi, tutti all’inizio della preparazione nei rispettivi club. Per me, quel che importa di più è vedere quanta voglia c’è da parte dei ragazzi di far parte di questo gruppo”.

L’elenco dei convocati della Nazionale Under 19

Portieri: Michele Cerofolini (Fiorentina), Gabriel Meli (Empoli);
Difensori: Alessandro Bastoni (Atalanta), Davide Bettella (Inter), Edoardo Bianchi (Empoli), Alessandro Buongiorno (Torino), Antonio Candela (Spezia), Gianluca Frabotta (Bologna), Alessandro Tripaldelli (Juventus);
Centrocampisti: Fabrizio Caligara (Juventus), Davide Frattesi (Sassuolo), Matteo Gabbia (Milan), Andrea Marcucci (Roma), Filippo Melegoni (Atalanta), Nicolò Zaniolo (Inter);
Attaccanti: Christian Capone (Pescara), Alessandro Mallamo (Atalanta), Marco Olivieri (Empoli), Andrea Pinamonti (Inter), Gianluca Scamacca (Sassuolo).

Staff – Coordinatore nazionali giovanili: Maurizio Viscidi; Allenatore: Paolo Nicolato; Assistente allenatore: Mirco Gasparetto; Segretario: Aldo Blessich; Preparatore atletico: Vincenzo Pincolini; Preparatore dei portieri: Gian Matteo Mareggini; Medico: Matteo Vitali; Fisioterapista: Emiliano Bozzetti.

Store FIGC