Italia-Albania sarà l’800^ della Nazionale italiana. Vincere per onorare il passato e proiettarsi con fiducia al futuro

Italia-Albania sarà l’800^ della Nazionale italiana. Vincere per ono

Impossibile celare il rammarico per il mancato successo casalingo contro la Macedonia. Albania-Italia (ore 20.45, diretta Rai 1) sarà partita da vincere, senza se e senza ma, per riscattarsi da queste ultime due apparizioni opache contro Spagna e Macedonia e arrivare ai playoff con rinnovata fiducia ma anche e con la concreta possibilità di un sorteggio benevolo.

Nella conferenza stampa tenuta ieri a Scutari il Ct Ventura ha voluto far luce sullo stato d’animo del gruppo: “Finita la partita con la Macedonia – aggiunge – non c’era la depressione che qualcuno dipingeva, ma c’era invece la consapevolezza di poter fare molto meglio. Allora l’accordo con quelli che voi chiamate senatori è stato quello di spiegare agli altri cosa significava avere la maglia azzurra addosso. Abbiamo parlato dello spirito che serve per diventare protagonisti. E’ successo semplicemente questo, sono contento e li ringrazio perchè hanno confermato di essere, oltre che ottimi giocatori, anche uomini importanti. La cosa fondamentale è riportare equilibrio e serenità per potersi giocare questi playoff: l’Italia deve e vuole andare ai Mondiali“. Come detto, la vittoria avrà un peso specifico davvero consistente, visto che garantirebbe di fatto la prima fascia nel sorteggio per gli spareggi di Novembre. Capitan Buffon ne è perfettamente consapevole: “stasera dovremo cominciare a vedere delle risposte e mi auguro che si possa ritrovare una squadra con un’identità spiccata“.

Nell’800^ apparizione della Nazionale gli Azzurri si troveranno di fronte l’Albania del Ct Panucci che eredita l’importante capitale lasciato da De Biasi, capace di condurre la compagine balcanica in una dimensione davvero internazionale. Calcoli alla mano, gli Azzurri sono già certi dei playoff ma dovranno vincere per garantirsi la prima fascia in un sorteggio dove, tra i vari fattori, conterà anche il ranking FIFA. L’Albania è un avversario certamente inferiore dal punto di vista tecnico ma comunque in salute e in grado di raccogliere 4 punti contro Macedonia e Liechtenstein prima di subire una battuta d’arresto dalla Spagna. Sono in tutto 2 i precedenti tra le due nazionali, tutti compresi negli ultimi 36 mesi: entrambe le vittorie sono italiane, la prima in un’amichevole del novembre 2014 e la seconda nel match di andata del percorso di qualificazione a Russia 2018 lo scorso marzo.

Al “Loro Boriçi Stadium” arbitrerà il norvegese Svein Oddvar Moen. L’obiettivo è vincere e convincere per ripartire subito con determinazione e fiducia!

Store FIGC