Italia eliminata. Cuore e carattere, le Azzurre lottano fino all’ultimo con la Germania

Italia eliminata. Cuore e carattere, le Azzurre lottano fino all’ultimo c

L’Italia ce la mette tutta: cuore, carattere, personalità, belle giocate non bastano però contro la corrazzata Germania. Finisce 2-1 con le Azzurre eliminate dall’Europeo dopo due sconfitte (la prima all’esordio contro la Russia) e la terza gara ininfluente da giocare martedì prossimo contro la Svezia.

Tutta un’altra storia stasera a Tilburg rispetto alla partita di esordio contro la Russia. Più forte l’avversaria, la Germania seconda nel Ranking FIFA, campione olimpico in carica e vincitrice delle ultime sei edizioni del Campionato Europeo. Ma soprattutto è diversa l’Italia, più concentrata, più determinata, pronta a rischiare il tutto per tutto per rimanere in corsa. E’ diversa, la squadra di Cabrini, nell’atteggiamento in campo e nello schieramento. Impresa difficile, ma non impossibile per chi ha testa e gambe, come dimostrano di avere le Azzurre. In svantaggio al 19’ dopo un colpo di testa di Hinning, l’Italia è brava a riportare la situazione in parità al 29’ con un sinistro di Ilaria Mauro. Poi ci si mette la sfortuna: Mauro lascia il campo per infortunio al termine del primo tempo, la Germania segna il 2-1 su rigore al 22’ della ripresa e la squadra di Cabrini resta in dieci per l’espulsione di Bartoli, prima di perdere per infortunio anche Cernoia.

Partita comunque bella e molto combattuta. La partenza è di marca tedesca, con un pericoloso colpo di testa di Peter al 2’. La risposta dell’Italia arriva al 14’: sul traversone di Bonansea, per un soffio Mauro in scivolata non arriva alla deviazione. Cinque minuti dopo, però, la Germania passa in vantaggio, con un colpo di testa di Hinning brava ad approfittare di un errore di Giuliani.

Le tedesche cercano di sfruttare il momento favorevole, ma al 25’ Giuliani si fa perdonare deviando in angolo un insidioso pallonetto di Mittag. Dalla bandierina la Germania crea un’altra occasione da gol con Dabritz, che colpisce però il palo.
Bella partita, l’Italia se la gioca a testa alta e con l’atteggiamento giusto. Non perde la testa, aspetta il momento opportuno per colpire e lo trova al 29’ quando Linari recupera palla e serve Bonansea, bella la combinazione di quest’ultima con Ilaria Mauro che raccoglie il cross e di sinistro brucia il portiere Schult.
Trovato il pareggio, le Azzurre acquistano fiducia, ma il primo tempo si chiude con l’infortunio all’ultimo minuto di Mauro costretta a lasciare il campo. Al suo posto entra Girelli.
Nella ripresa stesso copione con la Germania subito pericolosa con Islacker che colpisce il palo. Al 22’ arriva il raddoppio delle tedesche su rigore trasformato da Peter e dopo tre minuti la squadra di Cabrini resta in dieci per l’espulsione di Bartoli, punita dal secondo giallo.
In inferiorità numerica, le Azzurre soffrono mentre le tedesche vanno vicine al gol in un paio di occasioni. Sfortunata, l’Italia perde al 28’ anche Cernoia per infortunio, sostituita da Tucceri Cimini. Mentre la Germania sciupa la palla per chiudere l’incontro,  risponde Bonansea mancando di un soffio il pareggio. Prima del fischio finale l’ultima sostituzione di Cabrini, con Gabbiadini che lascia il posto a Sabatino e la fascia di capitano a Carissimi.

I numeri di maglia delle 23 convocate per la Fase Finale del Campionato Europeo

Portieri: 1 Laura Giuliani (Colonia), 12 Chiara Marchitelli (Brescia), 22 Katja Schroffenegger (Unterland Damen);
Difensori: 13 Elisa Bartoli (Fiorentina), 3 Sara Gama (Brescia), 17 Federica Di Criscio (Verona), 5 Elena Linari (Fiorentina), 2 Cecilia Salvai (Brescia), 14 Linda Tucceri Cimini (S. Zaccaria);
Centrocampisti:  11 Barbara Bonansea (Brescia), 21 Marta Carissimi (Fiorentina), 20 Valentina Cernoia (Brescia), 15 Laura Fusetti (Como 2000), 19 Aurora Galli (Verona), 16 Manuela Giugliano (Verona), 7 Alia Guagni (Fiorentina), 6 Sandy Iannella (Cuneo), 10 Martina Rosucci (Brescia), 4 Daniela Stracchi (Mozzanica);
Attaccanti: 8 Melania Gabbiadini (Verona), 23 Cristiana Girelli (Brescia), 9 Ilaria Mauro (Fiorentina), 18 Daniela Sabatino (Brescia).

Staff – Capo delegazione: Barbara Facchetti; Commissario Tecnico: Antonio Cabrini; Assistenti: Rosario Amendola e Saimir Keci; Coordinatore preparatori atletici: Stefano D’Ottavio; Preparatori atletici: William Botter, Franco Olivieri; Preparatore dei portieri: Cesare Cipelli; Medici: Monica Fabbri, Alessandro Carcangiu, Matteo Guzzini; Fisioterapisti: Roberto Cardarelli, Maurizio D’Angelo, Jacopo Pasini, Daniele Frosoni; Nutrizionista: Natale Gentile; Match Analyst: Filippo Lorenzon. Segretario: Elide Martini; Responsabile squadre nazionali: Giorgio Bottaro; Coordinatrice Nazionali Femminili: Annarita Stallone.

Calendario, risultati e classifica del Gruppo B del Campionato Europeo UEFA

Lunedì 17 luglio
ITALIA-Russia 1-2
Germania-Svezia 0-0

Venerdì 21 luglio

ITALIA-Germania 1-2
Svezia-Russia 2-0

Martedì 25 luglio

ITALIA-Svezia
Germania-Russia

Classifica: Russia 3 punti, Germania e Svezia 1, ITALIA 0

Venerdì 21 luglio
Svezia-Russia (ore 18 – De Adelaarshorst, Deventer)
Germania-ITALIA (ore 20.45 – Stadio Willem II, Tilburg, diretta su Eurosport 1 e Nuvola 61 – differita su Rai Sport+HD alle 24, diretta streaming www.professionesport.it )

Martedì 25 luglio
Svezia-ITALIA (ore 20.45 – Stadio Vijverberg, Doetinchem, diretta su Eurosport e Nuvola 61 – differita su Rai Sport +HD alle 23.30, diretta streaming www.professionesport.it)
Russia-Germania (ore 20.45 – Galgenwaard, Utrecht)

Il programma della Nazionale in Olanda

Venerdì 21 Luglio
h. 20:45 GERMANIA-ITALIA Willem II Stadion

Sabato 22 Luglio
h. 16:30 Allenamento presso il centro ‘De Zwervers’ Smeetslandsweg 15, Rotterdam (aperto alla stampa i primi 15’)

Domenica 23 Luglio
h. 16:30 Allenamento presso il centro ‘De Zwervers’ Smeetslandsweg 15, Rotterdam (aperto alla stampa i primi 15’)

Lunedì 24 Luglio
h.18:30 – 19:00 Conferenza stampa Stadion De Vijverberg, Doetinchem
h.19:00 – 20:00 Allenamento ufficiale (aperto alla stampa i primi 15’)

Martedì 25 Luglio
h. 20:45 SVEZIA-ITALIA Stadion De Vijverberg, Doetinchem

Store FIGC