L’Italia trionfa nel torneo UEFA a Campobasso. Menichelli: “Mi ricorda il successo all’Europeo”

L’Italia trionfa nel torneo UEFA a Campobasso. Menichelli: “Mi ricorda

Delirio Italia a Campobasso. Le Azzurrine battono anche la ‘corazzata’ Russia e vincono il Torneo di Sviluppo UEFA per nazionali Under 17 femminili di futsal, chiudendo il loro cammino a punteggio pieno: finisce 4-3 per la squadra guidata da Roberto Menichelli, trascinata dalla doppietta di Ilaria Ceccobelli e dai gol di Claudia Ruffini e Lisa Molon. Una partita entusiasmante e ricca di emozioni, giocata davanti ad almeno 300 spettatori che hanno applaudito le ragazze italiane.

Malgrado il valore delle avversarie, l’Italia parte senza timori reverenziali. Ceccobelli, complice una disattenzione del portiere russo Kamarova, firma il vantaggio, poi le Azzurrine falliscono due tiri liberi, con Scommegna prima e Ceccobelli poi. La squadra di Kuzmin è cinica e trova il pareggio con Samoilova, ma prima dell’intervallo la nazionale di Menichelli torna avanti: terzo tiro libero, questa volta Ceccobelli mette il pallone sotto l’incrocio e fa esplodere il PalaUniMol.

Nella ripresa l’Italia si difende bene, ma un errore di Molon propizia il nuovo pareggio, sempre di Samoilova. Le Azzurrine hanno il merito di non scoraggiarsi, continuano a giocare e Ruffini trova il 3-2 con un perfetto tap-in dopo la parata di Khlustova su Molon. L’Italia trova anche il poker, proprio con Molon (a segno in tutte e tre le partite del torneo); mancano 26 secondi, dopo otto arriva il guizzo di Helbosolova che mette paura al PalaUniMol. Ma la sirena di fine gara scatena la gioia delle Azzurrine e del pubblico presente al palazzetto.

Così Menichelli al termine della gara. “La mia valutazione del torneo è più che positiva – dichiara il Ct – siamo molto contenti soprattutto per le ragazze, che sono state molto brave. Io sono particolarmente felice perché è un’emozione forte raggiunta con i giovani. E’ pari a quella dell’Europeo vinto nel 2014 ad Anversa con la nazionale maschile: anche lì c’era la Russia in finale, evidentemente ci porta bene…Un grande abbraccio a tutte le ragazze, sono state veramente brave”. Un percorso netto quello delle Azzurrine, capaci di vincere tre partite su tre: “La cosa importante – sottolinea Menichelli – è che c’è stato un livello di crescita progressivo, dalla prima all’ultima gara: questo mi fa molto piacere. Le ragazze hanno messo in pratica quella parte di organizzazione che lo staff ha dato loro e poi hanno messo in campo cuore e gambe, giocando con temperamento e intensità. Abbinando le due cose normalmente le partite si vincono”.

ITALIA-RUSSIA 4-3 (2-1 p.t.)
Italia: Scarcella, Li Noce, Molon, Ruffini, Vianale, Bergamotta, Bovo, Ceccobelli, Errico, Scommegna, D’Ambrosio, Luzi. Ct. Menichelli.
Russia: Kamarova, Hlebosolova, Samoilova, Semionova, Kosorukova, Khabarova, Mitrofanova, Butorina, Pekarskaya, Usacheva, Kovalenko, Khlustova. Ct. Kuzmin.
Arbitri: Bogdan Hangeariuc (Romania), Tursumbayev Turekhan (Kazakistan), Irina Velikanova (Russia) Crono: Stefania Candria (Italia).
Reti: 12’38’’ p.t. Ceccobelli (I), 16’41’’ Samoiolova (R), 19’25’’ t.l. Ceccobelli (I); 11’31’’ s.t. Samoilova (R), 15’12’’ Ruffini (I), 19’34’’ Molon (I), 19’42’’ Hlebosolova (R).
Note: ammonite D’Ambrosio (I), Kavalenko (R), Scommegna (I).

Risultati e classifica finale

PRIMA GIORNATA
Romania-Russia 5-6
Kazakistan-ITALIA 1-5

SECONDA GIORNATA
Russia-Kazakistan 7-0
ITALIA-Romania 5-3

TERZA GIORNATA
Kazakistan-Romania 1-7
ITALIA-Russia 4-3

CLASSIFICA: ITALIA 9 punti, Russia 6, Romania 3, Kazakistan 0

Store FIGC