“Made in Italy”: settimana indimenticabile per Zappacosta, Murgia ancora decisivo

“Made in Italy”: settimana indimenticabile per Zappacosta, Murg

All’esito della prima tornata europea il bilancio non può definirsi altamente positivo, specie limitando l’analisi alla Champions League. Tuttavia l’Europa League ha quantomeno riportato l’ago in zona neutra con 3 vittorie su 3 per le italiane.

Partendo dalla competizione regina, come non segnalare il primo gol di Zappacosta con la maglia dei Blues. Nella goleada della squadra di Conte agli azeri del Qarabag, l’esterno destro azzurro debutta con una rete nel massimo torneo continentale. «Un debutto da sogno…ma volevo crossare!», queste le sue parole entusiaste ma oneste che non ridimensionano di un millimetro un inserimento davvero immediato nei meccanismi e nei ritmi di un top club come il Chelsea. Una rete che gli vale inoltre un piccolo record, quello di 100° italiano a segno in Champions League.

Passando al giovedì di Europa League, come detto, registriamo felicemente le tre vittorie di Milan, Lazio e Atalanta nel database stagionale. Davvero molto appassionante e per coronarie ben salde il match dei biancocelesti sul campo del Vitesse; due volte in svantaggio, gli uomini di Inzaghi portano a casa una pesante vittoria in rimonta grazie alla rete del giovane Murgia che sembra essersi specializzato nei gol che chiudono i match, un clutch shooter come direbbero nell’altra parte dell’Oceano. Scontato e proprio per questo inestimabile il timbro di Immobile, entrato dalla panchina e giunto così alla sua 8^ rete in questo spaziale inizio di stagione. Vittoria forse inaspettata (certamente per il passivo) quella dell’Atalanta, al ritorno nelle competizioni europee. Debutto roboante se mai ce ne fosse stato uno, visto il 3-0 rifilato all’accreditatissimo Everton: tra i protagonisti Petagna, autore della prova da regista-lottatore offensivo cui ci ha abituati e Cristante, firmatario della rete della staffa in contropiede al termine di un primo tempo spettacolare da parte degli orobici.

Store FIGC