Oltre 5 milioni e mezzo di telespettatori per gli Azzurrini. Domani visita ad Auschwitz

Oltre 5 milioni e mezzo di telespettatori per gli Azzurrini. Domani visita

Meno di dodici ore dopo il successo all’esordio con la Danimarca, la Nazionale Under 21 è tornata al lavoro per preparare il secondo incontro del Campionato Europeo in programma mercoledì a Tychy con la Repubblica Ceca (ore 18 – diretta su Rai 1).

Davanti a circa 400 tifosi, la squadra ha svolto questa mattina una seduta di allenamento sul terreno di gioco dello stadio del ‘Wisla Cracovia’: lavoro defaticante per chi è sceso in campo ieri, allenamento più intenso per il resto del gruppo. Poi spazio ad autografi e selfie per la gioia dei tanti bambini accorsi per salutare gli Azzurrini.

Tra i tanti volti sorridenti spiccava quello di Lorenzo Pellegrini, autore ieri della splendida rovesciata che ha portato in vantaggio l’Italia e festeggiato a mezzanotte in albergo da compagni e staff per i suo ventunesimo compleanno. A contendersi con il centrocampista del Sassuolo la palma del migliore in campo con la Danimarca è probabilmente Federico Chiesa, entrato in campo a metà ripresa al posto di Berardi e subito decisivo nella veste di assist-man per il secondo gol di Petagna: “Il primo messaggio che mi è arrivato è stato quello di mamma”, ha raccontato in conferenza stampa l’attaccante della Fiorentina, che proprio a Cracovia nell’amichevole con la Polonia dello scorso 23 marzo aveva fatto il suo esordio con l’Under21. Sulle spalle ha il numero 20, stesso numero di maglia di papà Enrico al Mondiale (“ma l’ho scelto perché era libero, non lo sapevo”) e anche per facilità di corsa e tecnica ricorda da vicino il padre: “Mi dà i consigli giusti. Lui ha avuto un percorso diverso dal mio, in Serie A ci è arrivato a 24 anni”. Federico ha invece bruciato le tappe e, dopo l’esordio da titolare con la Fiorentina allo ‘Juventus Stadium’ nella prima giornata di campionato, ha già assaporato la soddisfazione di essere convocato da Gian Piero Ventura e di partire nell’undici titolare in occasione dell’amichevole con San Marino: “Sono a completa disposizione del mister Di Biagio e mi farò sempre trovare pronto”, avverte Chiesa, che anche partendo da sinistra ha confermato di poter saltare l’uomo e di saper creare superiorità numerica (“mi trovo benissimo, da piccolo e in Primavera giocavo lì”). Nell’immediato futuro gli piacerebbe incontrare la Spagna, dove giocano due dei più grandi talenti di questo Europeo: “Vorrei sfidare Asensio e Bellerin. Con la Macedonia Asensio ha segnato tre gol, di cui uno bellissimo, anche se è stato più bello quello di Pellegrini”.

Nei giorni scorsi i giocatori hanno manifestato l’intenzione di vedere Auschwitz e Birkenau e così domani mattina la squadra visiterà i campi di concentramento prima di trasferirsi a Tychy, dove nel pomeriggio sosterrà la rifinitura alla vigilia del match con i cechi. Intanto gli Azzurrini possono festeggiare l’ottimo dato di ascolti fatto registrare nel match d’esordio con la Danimarca: la gara con i pari età danesi, trasmessa su Rai 1, è stata vista infatti da oltre 5 milioni e mezzo di telespettatori (5 milioni 546 mila) e ha stravinto il prime time con uno share del 26.4.

L’elenco dei 23 convocati per il Campionato Europeo UEFA

Portieri: 17 Alessio Cragno (Benevento); 1 Gianluigi Donnarumma (Milan); 19 Simone Scuffet (Udinese);
Difensori: 3 Antonio Barreca (Torino); 14 Davide Biraschi (Genoa); 2 Davide Calabria (Milan); 13 Mattia Caldara (Atalanta); 12 Andrea Conti (Atalanta); 22 Alex Ferrari (Verona); 23 Giuseppe Pezzella (Palermo); 4 Daniele Rugani (Juventus);
Centrocampisti: 15 Marco Benassi (Torino); 5 Danilo Cataldi (Genoa); 18 Roberto Gagliardini (Inter); 8 Alberto Grassi (Atalanta); 21 Manuel Locatelli (Milan); 6 Lorenzo Pellegrini (Sassuolo);
Attaccanti: 7 Domenico Berardi (Sassuolo); 10 Federico Bernardeschi (Fiorentina); 9 Alberto Cerri (Pescara); 20 Federico Chiesa (Fiorentina);16 Luca Garritano (Cesena); 11 Andrea Petagna (Atalanta).

Staff: Capo delegazione: Gabriele Oriali; Allenatore: Luigi Di Biagio; Vice allenatore: Carmine Nunziata; Assistente allenatore: Daniele Franceschini; Segretario: Emiliano Cozzi; Accompagnatore: Vincenzo Marinelli; Preparatore dei portieri: Antonio Chimenti; Preparatori atletici: Vito Azzone e Luca Coppari; Match Analyst: Filippo Lorenzon; Medici: Angelo De Carli e Luca Gatteschi; Nutrizionista: Cristian Petri; Fisioterapisti: Enzo Paolini, Guido Mauro Ferrini e Maurizio Fagorzi.

Il programma della Nazionale Under 21

Lunedì 19 giugno
h. 11.00 allenamento presso TG Wisla Cracovia (aperto al pubblico)
h. 13.30 incontro con la Stampa presso Hotel “Q-Plus”- Cracovia (giocatore)

Martedì 20 giugno
h. 10.30 Visita al campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau
h. 18.30 conferenza stampa presso “Tychy Stadium”
h. 19.00 rifinitura MD-1 presso “Tychy Stadium”

Mercoledì 21 giugno
h. 18.00 REPUBBLICA CECA-ITALIA “Tychy Stadium”
a seguire conferenza stampa post gara

Giovedì 22 giugno
h. 11.00 allenamento presso TG Wisla Cracovia – (chiuso)
h. 13.30 incontro con la Stampa (giocatore)

Venerdì 23 giugno
h. 17.30 conferenza stampa presso “Cracovia Stadium”
h..18.00 rifinitura MD-1 presso “Cracovia Stadium”

Sabato 24 giugno
h. 10.30 allenamento presso TG Wisla Cracovia (chiuso)
h. 20.45 ITALIA-GERMANIA “Cracovia Stadium”
a seguire conferenza stampa post gara

Il calendario del Gruppo C del Campionato Europeo Under 21

Prima giornata (18 giugno)
Germania-Repubblica Ceca 2-0
ITALIA-Danimarca 2-0
Classifica: ITALIA e Germania 3 punti, Danimarca e Repubblica Ceca 0

Seconda giornata (21 giugno)
Repubblica Ceca-ITALIA (ore 18 – Tychy, diretta su Rai 1)
Danimarca-Germania (ore 20.45 – Cracovia)

Terza giornata (24 giugno)
Repubblica Ceca-Danimarca (ore 20.45 – Tychy)
ITALIA-Germania (ore 20.45 – Cracovia, diretta su Rai 1)

Semifinali (27 giugno)

Finale (30 giugno)

Store FIGC