Parigini, Cutrone, Bonazzoli, Vido: a Ferrara terza vittoria stagionale per la giovane Italia

Parigini, Cutrone, Bonazzoli, Vido: a Ferrara terza vittoria stagionale per

Ancora una volta Ferrara porta bene all’Under 21. Bella e concreta, la giovane Italia conquista la sua terza vittoria stagionale – dopo il 4-1 con la Slovenia e il 6-2 con l’Ungheria – contro il Marocco (4-0), la sesta in altrettanti incontri disputati allo stadio “Paolo Mazza”, proseguendo il percorso di crescita verso l’appuntamento europeo del 2019. Tornati nella città emiliana a quasi dieci anni di distanza dall’ultima amichevole disputata allo stadio “Paolo Mazza” il 5 febbraio del 2008 vinta contro l’Olanda, gli Azzurrini segnano due gol per tempo: aprono le marcature al 27’ del primo tempo con Vittorio Parigini e replicano al 38’ con il “solito” Patrick Cutrone; nella ripresa le reti firmate al 30’dall’attaccante della Spal Federico Bonazzoli, che più degli altri gioca in casa, e al 48’ da Luca Vido.

Un’altra prestazione convincente da parte dell’Under, che trova con facilità la via del gol e stavolta non ne subisce. A Ferrara sono quattro le novità rispetto all’amichevole di giovedì scorso contro l’Ungheria: Audero in porta, Pezzella esterno sinistro della linea difensiva con Calabria, Mancini e Romagna, Parigini sulla fascia sinistra del centrocampo composto da Murgia e Locatelli al centro e Chiesa sulla destra, Favilli in attacco al fianco di Cutrone.

Subito pericoloso il Marocco, al 4’, con un insidioso colpo di testa di El Kaouakibi parato in due tempi da Audero. L’Italia non si fa pregare e al 7’ risponde con Murgia che realizza un gol bello quanto regolare, annullato per fuorigioco dal belga Lardot. Caparbio e motivato, il Marocco cerca di mettere in difficoltà gli Azzurrini in ripartenza, ma la squadra di Di Biagio cresce col passare dei minuti, prende in mano le redini della gara e le mantiene fino a quando l’attaccante del Benevento Vittorio Parigini, dopo aver scaricato al 19’ dal limite dell’area un destro sopra la traversa, trova al 26 l’1-0 con un gran destro di prima intenzione sotto l’incrocio.

Sbloccato il risultato, l’Under si fa ancora più intraprendente e al 38’ Patrick Cutrone – a secco solo contro la Spagna – timbra il cartellino su assist di Calabria, realizzando la quarta rete in tre partite. Un minuto dopo, grande opportunità per Favilli che perde il tempo e sciupa da ottima posizione.
Squadra vincente non si cambia. E la ripresa inizia con gli stessi undici del primo tempo, stessa grinta e personalità I primi tre cambi arrivano al 16’: escono Chiesa, Cutrone e Parigini, entrano Depaoli, Orsolini e Bonazzoli, quest’ultimo beniamino del pubblico di casa.

Calano i ritmi dopo le energie spese nel primo tempo e il Marocco ne approfitta per affacciarsi al 18’ davanti alla porta di Audero con Kiyine, l’estremo difensore fa però ottima guardia. L’Under sente che è ora di chiudere il conto e lo fa al 20’ proprio con Bonazzoli, dopo una giocata straordinaria di Locatelli e Murgia. Sale alle stelle l’entusiasmo dei 7000 presenti allo stadio, che festeggiano con cori e applausi il gioiellino della Spal.

Intenzionato a sfruttare questi test per valutare le qualità dei singoli, Di Biagio trova spazio anche per Pessina, Adjapong, Capradossi, Vido e Valzania, quest’ultimo all’esordio. Ultimi scorci di una gara bella e avvincente: un gol annullato ad Orsolini, un gran destro di Vido neutralizzato da Benabid, un provvidenziale doppio intervento di Audero in pieno recupero. Ma non è finita: in pieno recupero arriva anche la quarta rete con Luca Vido per la soddisfazione di Di Biagio che ammette: “La squadra ha dato una risposta importante, siamo migliorati e stiamo crescendo. Il percorso però è ancora lungo, continueremo a lavorare con grande impegno”.

Store FIGC