Scamacca guida la rimonta degli Azzurrini: pirotecnico 4-4 con la Danimarca

Scamacca guida la rimonta degli Azzurrini: pirotecnico 4-4 con la Danimarca

Festa del gol ad Empoli nell’amichevole tra la Nazionale Under 18 e i pari età della Danimarca disputata nel pomeriggio sul terreno di gioco dello stadio ‘Carlo Castellani’. Quattro a quattro il risultato finale, con i danesi in vantaggio per 4-1 fino a metà ripresa e i ragazzi di Nicolato protagonisti di un’entusiasmante rimonta nelle ultime fasi della partita grazie all’orgoglio e alla caparbietà messi in campo.

Un match caratterizzato anche dalla terza sperimentazione della VAR in modalità on-line, con la supervisione di Roberto Rosetti e la presenza straordinaria del presidente della Commissione Arbitri della FIFA Pierluigi Collina. Sugli spalti, insieme al coordinatore Maurizio Viscidi, tutti i tecnici delle Nazionali giovanili, da Luigi Di Biagio ad Alberico Evani, da Roberto Baronio ad Emiliano Bigica, accompagnato dai ragazzi dell’Under 17 che domenica partiranno alla volta dell’Olanda per prendere parte alla Fase élite del Campionato Europeo di categoria.

L’Italia parte di gran carriera e già al 7’ si propone con il suo duo d’attacco: Christian Capone lancia in area Gabriele Gori, che viene atterrato dal portiere danese. E’ lo stesso Gori a presentarsi dagli undici metri e a realizzare il gol del vantaggio. Ma la fisicità della squadra danese si fa sentire e cinque minuti dopo, al 12’, una disattenzione difensiva degli Azzurrini mette Holse nelle condizioni di realizzare indisturbato la rete del pareggio. I ragazzi di Nicolato reagiscono e si procurano un paio di buone occasioni fino ad arrivare alla mezzora, quando sugli sviluppi di una ripartenza è Wind a realizzare il vantaggio della Danimarca dopo aver ribattuto in rete una palla finita sul palo.

L’inizio della seconda frazione è tutto danese: al 49’, dopo un batti e ribatti in area, Lunding trova lo specchio della porta e segna la terza rete. La difesa azzurra non riesce a liberarsi dalla pressione degli avversari e, nonostante Nicolato rivoluzioni la squadra con l’ingresso in campo di cinque giocatori, al 59’ Jorgensen sigla il 4-1 su azione da calcio d’angolo. L’Italia ha un sussulto al 68’, quando il solito Capone imbecca in area Zerbin per la sua prima realizzazione in Nazionale. Al 75’ gli Azzurrini hanno l’occasione per accorciare ulteriormente le distanze: Olivieri, su azione personale, viene atterrato in area, ma fallisce il rigore assegnato dall’arbitro Gianluca Rocchi. Paradossalmente, il penalty fallito dà nuova energia all’Under 18 e il subentrato Gianluca Scamacca sale in cattedra trascinando la squadra ad un insperato pareggio: all’81’ il neo centravanti del Sassuolo, imbeccato da Zerbin, segna la rete del 3-4 e tre minuti dopo, su cross di Ranieri, di testa porta in parità le sorti del match.

“Mi è dispiaciuto vedere i ragazzi così in difficoltà, soprattutto all’inizio del secondo tempo – il commento del tecnico Paolo Nicolato – ma grazie alle loro qualità sono riusciti a recuperare una partita che sembrava compromessa. Nel corso del match ho dovuto rivoluzionare l’assetto in campo sostituendo molti giocatori, la forza del gruppo è stata l’arma vincente. Sono tutti ragazzi con grandi qualità morali e tecniche, che mi stanno dando grandi soddisfazioni. Questo è un gruppo che nel futuro farà sicuramente parlare di sé”.

Store FIGC