Sfida statistica “Made in Italy” della 17^ giornata: Cerci vs Bonaventura

Sfida statistica “Made in Italy” della 17^ giornata: Cerci vs Bonaventu

A poche ore dall’ottavo di Coppa Italia e su campi invertiti, Hellas Verona e Milan si ritrovano di nuovo contro e stavolta in palio ci saranno i tre punti. Nel consueto focus statistico, elaborato attraverso i dati Opta (liberamente consultabili all’interno del nostro sito nella sezione Fantacalcio —> clicca qui), abbiamo pertanto deciso di collocare quelli che possono facilmente essere considerati i registi avanzati di Pecchia e Gattuso ovvero Alessio Cerci e Giacomo Bonaventura.

Seppur tra luci e ombre, Cerci è pedina estremamente importante per gli scaligeri: 13 presenze, 12 da titolare, con 899′ all’attivo in stagione sinora. “Jack”, al contrario, dopo un avvio non brillante è salito repentinamente di colpi nelle ultime settimane, tornando ad essere di fatto imprescindibile: 11 apparizioni, 8 dall’inizio, con 683 minuti totalizzati in campionato.

Nel corso della sua carriera il prodotto delle giovanili della Roma ha avanzato la sua posizione in campo fino a quella di seconda punta che occupa attualmente; questo lo porta ad essere meno coinvolto nella manovra come i 200 tentativi di passaggio (69% completati) dimostrano. L’ex atalantino invece è un autentico jolly, capace di interpretare molteplici ruoli, spesso utilizzato anche in mediana: 356 passaggi tentati (86,7% completati). Spiccano le doti nell’uno contro uno di quest’ultimo che riesce a spuntarla contro l’avversario diretto nel 52,4% dei casi (34,4% per Cerci); il n°5 milanista vanta inoltre buone capacità aeree a dispetto di una mole non certo imponente che gli valgono 10 contrasti aerei vinti su 17 episodi verificatisi. Nonostante il ruolo di finalizzatore, Cerci non lesina ripiegamenti difensivi e pressing sulle difese avversarie: un impegno che ha prodotto 35 palloni recuperati, 3 intercetti e il 42,9% di efficacia nei tackle. Sono rispettivamente 13 e 5 infrazioni commesse ma soltanto Bonaventura è stato ammonito, per giunta in una sola occasione.

Chiudendo la panoramica con le cifre della fase offensiva, Cerci ha trovato la rete in 2 occasioni mentre Bonaventura in 3, tutte negli ultimi 180′. Siamo 2 a 1 per il veronese nel computo degli assist ed allo stesso modo quest’ultimo primeggia nel totale delle occasioni da rete create con un totale di 21 a 12.

Store FIGC