Sfida statistica “Made in Italy” della 22^ giornata: Insigne vs Verdi

Sfida statistica “Made in Italy” della 22^ giornata: Insigne vs Verdi

Le strade del calciomercato li stavano portando a giocare l’uno al fianco dell’altro ma tutto si è arrestato ad un passo dal traguardo e si ritroveranno al S.Paolo da avversari. Lorenzo Insigne e Simone Verdi sono quasi una scelta obbligata all’interno del focus statistico che vi proponiamo, elaborato attraverso i dati Opta (liberamente consultabili all’interno del nostro sito nella sezione Fantacalcio —> clicca qui), per questa e molte altre ragioni ovviamente.

Sotto la gestione Sarri il talento del partenopeo è definitivamente esploso, ergendosi ad autentico regista offensivo della compagine campana oltre che terminale ben più incisivo via via nel corso degli anni; è un inamovibile come le 20 presenze e i 1.598′ di gioco testimoniano. Intoccabile nell’undici di partenza è del resto anche Verdi, legittimo punto di riferimento dei rossoblu che dipendono dal suo talento cristallino: sempre presente nelle prime 21 di campionato con 1.811 minuti spesi in campo.

Dai piedi di Lorenzo “il Magnifico”, come amano chiamarlo i supporter napoletani, passa un numero elevatissimo di palloni che è stato trasformato in addirittura 1.284 tentativi di passaggio, completati nell’85,4% dei casi; cifre che non vengono avvicinate dal n°9 di Donadoni (713 tentativi di passaggio con un’efficacia del 78,3%), più adatto ad un calcio verticale. Molto ravvicinata è invece la percentuale di duelli individuali vinti: 43,8% dal giocatore del Napoli (su un totale di 130) e 45,3% da quello del Bologna (su un totale di 236). Sono, rispettivamente, 93 e 102 i palloni recuperati. Entrambi hanno collezionato un giallo in stagione.

Concludendo sui numeri prettamente offensivi, troviamo Insigne a quota 5 reti cui aggiunge 6 assist e 55 occasioni da gol create; fa addirittura meglio Verdi che ha siglato 6 gol condendo il tutto con 8 assist e 35 occasioni da rete.

Store FIGC