Torino sede di Italia vs Spagna: città, stadio e info turistiche

Torino sede di Italia vs Spagna: città, stadio e info turistiche

Giovedì 6 ottobre, alle ore 20.45, gli Azzurri affronteranno la Spagna (per i biglietti clicca qui), in una gara valida per le European Qualifiers ai Mondiali 2018.

Sede dell’incontro sarà lo “Juventus Stadium” di Torino. Segue una panoramica del Capoluogo del Piemonte.

GEOGRAFIA E STORIA

Situata tra la pianura e i valichi alpini che conducono in Francia, si estende prevalentemente lungo la riva sinistra del fiume Po. Quarta città d’Italia per popolazione, Torino vanta oggi oltre 1 milione e mezzo di abitanti. Fondata dai romani nel 28 a.C., venne inizialmente coniata con il nome di Augusta Taurinorum, in virtù, specie durante l’età imperiale, del suo punto di controllo delle strade che portavano verso la Gallia. Dominata, dopo la caduta dell’impero romano d’Occidente, da diverse popolazioni straniere (bizantini, longobardi, franchi e Ottoni), nel 1563 venne proclamata capitale del Ducato di Savoia, prima di essere annessa poi nel 1720, come principale sede, al nuovo Regno di Sardegna, alla quale facevano parte oltre all’isola, anche Nizza e parte dell’attuale Piemonte. Unita alla Francia durante la Rivoluzione francese, nel 1814 tornò nelle mani dei Savoia ricoprendo il ruolo di principale propulsore per l’unificazione italiana. Capitale del neo Regno d’Italia dal 1861 al 1865, Torino si è affermata sin dal Cinquecento come un importante centro industriale, specie dopo la nascita nel 1899 della FIAT, uno dei simboli ancora oggi dell’eccellenza del Made in Italy. Sede nel 2006 dei XX Giochi Olimpici e dei IX Giochi paralimpici invernali, è diventata negli ultimi anni, uno dei poli di maggior attrazione turistica del nostro Paese, tanto da essere nominata nel 2015 Capitale Europea dello Sport.

MONUMENTI E LUOGHI D’INTERESSE TURISTICO

Icona della città di Torino è la Mole Antonelliana che con la sua alta cupola caratterizza il panorama cittadino: oggi ospita il Museo Nazionale del Cinema. Non lontano dalla Mole, si può ammirare la celebre Piazza Castello, il vero fulcro della città che fa da cornice ad importanti palazzi cittadini: Palazzo Reale, residenza del re di Sardegna prima e di Vittorio Emanuele II Re d’Italia fino al 1865; la Biblioteca Reale contenente il famoso Autoritratto a sanguigna di Leonardo da Vinci e soprattutto Palazzo Madama, oggi sede del Museo Civico di Arte Antica, in passato un antico castello da cui appunto prende il nome la piazza, nella quale convergono le quattro grandi arterie di Torino, ovvero Via Roma, Via Pietro Micca, Via Po e Via Garibaldi. Nei pressi di Piazza di Castello, da non perdere il Palazzo dell’Accademia delle Scienze, che dal 1824 è sede del Museo Egizio, il più importante del mondo dopo quello del Cairo. Per molti luogo di pellegrinaggio è invece, il Duomo, dove è custodita la Sacra Sindone, il sudario nel quale si dice siano state avvolte le spoglie di Cristo. Per una gradevole passeggiata lungo il Po, infine, potete fare un salto al parco fluviale del Valentino dove sorge lo splendido Castello del Valentino, inserito dall’Unesco nella lista del Patrimonio dell’Umanità insieme alle altre residenze sabaude piemontesi.

CUCINA TIPICA LOCALE

Importante centro europeo per la produzione di cioccolato, Torino è celebre soprattutto per il Gianduiotto, il cioccolatino a spicchio al gianduia dal sapore inconfondibile. Una golosità particolare è anche il bicerin del Cavour, una bevanda calda a base di caffè, cioccolata calda, latte, panna e cacao, molto amata dal conte Camillo Benso. Non solo dolci, però. La cucina torinese annovera altre prelibatezze come gli agnolotti, primo di pasta fresca ripiena di carne, ed il risotto, di considerevole importanza data la presenza delle numerose risaie nella zona. Tra i prodotti che risalgono alla cucina popolare è possibile evidenziare la bagna cauda, sorta di fonduta, con verdure e ingredienti più poveri, e il formaggio, la toma, che in varie tipologie guarniva le mense più ricche e quelle più povere. Un discorso a parte lo merita il tartufo, tubero ancor’oggi pregiatissimo, tradizionalmente presente tanto nei primi piatti quanto nei secondi. Per non farsi mancare nulla, accompagnate il pasto con vini tipici torinesi e piemontesi, quali il Barolo, chiamato il re dei vini ed il Barbera.
Per maggiori informazioni su Torino e il Piemonte visitare il Portale Ufficiale del Turismo di Torino e Provincia http://www.turismotorino.org/

Italy v Czech Republic - FIFA 2014 World Cup Qualifier

 

LO “JUVENTUS STADIUM”

Primo stadio di proprietà di una società italiana (la Juventus Football club) lo Juventus Stadium è situato tra i quartieri Vallette e Barriera di Lanzo, in prossimità dell’area Continassa, V circoscrizione a nord-ovest della città. Sesto stadio italiano per capienza con 41000 spettatori, nonché il primo del Piemonte, sorge sulla stessa area del preesistente Delle Alpi, costruito per i campionati del Mondo del 1990 e demolito per fare spazio al nuovo impianto. L’investimento per la realizzazione del nuovo impianto, valutabile intorno ai 120 milioni di euro, è stato deliberato dal consiglio di amministrazione della Juventus il 18 marzo del 2008, prima di essere poi inaugurato l’8 settembre 2011, in concomitanza con i festeggiamenti per il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia. Lo stadio, il primo eco-compatibile del mondo, dispone di 3.600 posti Premium, che offrono una visione di campo mai provata: nessuna barriera divide, infatti, i tifosi dal terreno di gioco, distante appena 7,5 metri dal primo seggiolino, e per l’ingresso alle tribune sono state costruite 16 passerelle sospese. L’innovativo impianto bianconero ingloba, inoltre, una vasta area costituita da 4 mila posti auto, otto ristoranti e venti bar. All’interno ci sono anche tre spogliatoi, un museo dedicato alla storia della Juventus, palchi cosiddetti VIP, disegnati da Pinifarina Extra, affacciati direttamente sul prato, oltre a 34 000 m² di aree commerciali e 30 000 m²di aree verdi e piazze. Designato nel 2012 dall’UEFA come sede della finale di Europa League 2013-14, disputata il 14 maggio 2014, è stato il primo impianto in Italia in cui ha avuto luogo l’atto conclusivo, in gara unica, della seconda manifestazione continentale per club.
La Nazionale ha giocato allo “Juventus Stadium” nel 2013 contro la Repubblica Ceca (2-1 per gli Azzurri con reti di Kozak, Chiellini e Balotelli), e nel 2015 contro l’Inghilterra, in amichevole (1-1, Townsend e Pellè ).

COME RAGGIUNGERE LO STADIO

Indirizzo: C.so Gaetano Scirea 50, 10151 Torino

Treno, autobus e navette

Lo Juventus Stadium è comodamente raggiungibile in treno da tutto il territorio nazionale. Arrivati a Torino, dalle stazioni di Porta Nuova e Porta Susa si possono raggiungere le navette dedicate che partono dalla fermata Bernini della metropolitana. Alla fermata Bernini, è operativa la navetta 9/ che porta direttamente allo stadio. L’ultima partenza è prevista 45 minuti dopo la conclusione del match. Lo Juventus Stadium si può raggiungere anche in autobus con le seguenti linee: 62, 72, 75, VE1 (attive tutti i giorni).

Automobile

Arrivando dalla tangenziale di Torino, le uscite che permettono di raggiungere lo stadio sono quelle di Venaria, per i possessori di Abbonamento/Biglietto delle tribune OVEST-EST-SUD, e di Corso Regina Margherita, per i possessori di Abbonamento/Biglietto delle tribune NORD e settore OSPITI.

Store FIGC