Udine, il fortino azzurro

Udine, il fortino azzurro

La storia ultratrentennale che lega la Nazionale al capoluogo friulano è caratterizzata da un trend nettamente positivo, visto che nei precedenti 6 incontri che hanno visto l’Italia fare gli onori di casa a Udine non è arrivata nemmeno una sconfitta, con la rete azzurra bucata soltanto in un’occasione.

Il primo di questi match fu disputato il 17 Novembre 1979, si trattò di un’amichevole con la Svizzera vinta dai nostri portacolori per 2-0 (reti di Graziani e Tardelli). Fu una festa di sport, il segnale di una città risorta dal terremoto che soltanto 3 anni prima aveva devastato l’intero nord-est.

Seguirono altre due amichevoli con la Germania Est (0-0) e con l’Austria (2-1), rispettivamente nel 1981 e nel 1986.

Le ultime tre partite disputate in loco invece hanno avuto anche la posta dei tre punti in palio e sono state tutte vittorie. Si parte dall’1-0 siglato da Ravanelli nel 1995 contro la Slovenia, match di qualificazione agli Europei d’Inghilterra per passare alla doppietta di Alessandro Del Piero che regolò, il 10 Ottobre 1998, nuovamente la Svizzera nella campagna alla volta di Euro 2000. Fu la partita dei numeri “10” che hanno caratterizzato i tempi recenti del nostro calcio, visto che nella stessa occasione fece l’esordio in Nazionale maggiore Francesco Totti.

Esattamente dieci anni dopo l’ultimo incontro dell’Italia a Udine. Il 10 Settembre 2008 gli Azzurri Campioni del Mondo in carica affrontarono la Georgia in una partita valida per le qualificazioni mondiali (2-0, doppietta di De Rossi).

Store FIGC