Universiadi, sconfitta di misura nella seconda partita con la Corea del Sud

Universiadi, sconfitta di misura nella seconda partita con la Corea del Sud

Italia sfortunata alle Universiadi in Corea del Sud. Perde di misura la seconda partita contro i padroni di casa dopo aver colpito due pali ed essere andata vicinissima al gol.
Gli azzurri entrano in campo determinati, nonostante la Corea del Sud opponga un pressing asfissiante sui portatori di palla e dimostri una migliore condizione fisica. Sono loro a creare le migliori occasioni sin dall’inizio, fino a colpire il palo con Regoli sul finale di frazione. Il secondo tempo si apre sulla falsa riga del primo: il portiere Manfredini scarsamente impegnato, gli asiatici in pressing, ma è l’Italia a rendersi nuovamente pericolosa dopo a un’azione di alleggerimento, con Meccariello che colpisce la traversa al 57’. Come spesso accade, passati 3 minuti, è la Corea ad andare in vantaggio su calcio da fermo: il tiro di Jung Wonjin aggira la barriera e si insacca imparabilmente all’incrocio dei pali.
Gli azzurri, spronati da Piscedda, ripartono all’attacco per raggiungere il pareggio però senza sortire effetti concreti: l’ultima occasione capita tra i piedi di Morosini che, all’82, salta il portiere coreano e manda la palla poco distante dal palo. La partita si chiude qui, con una sconfitta che non compromette il cammino dell’Italia in queste Universiadi: con la nostra avversaria di domani, la Cina Taipei, che nell’altra partita del girone ha battuto il Canada 1-0, sarà sufficiente un pareggio per passare ai quarti di finale della manifestazione.

Corea del Sud-Italia 1-0 (60′ Jung Wonjin)
Formazione dell’Italia: Manfredini, Cappelletti, Berra, Truzzi (83’, Cerrai), Meccariello, Sabato, Faragò, Biasci (69’ Corti), Morosini, Dezi, Regoli. All. Piscedda

Domani, alle 16.30 locali (9,30 italiane), al Mopko International Football Center, ultima partita del girone di qualificazione Italia-Cina Taipei

Store FIGC