Ventura: “Verifica importante, la gara con l’Uruguay va oltre la semplice amichevole”

Ventura: “Verifica importante, la gara con l’Uruguay va oltre la sempli

Sei titoli mondiali, quattro dell’Italia e due dell’Uruguay, scenderanno in campo domani sera all’Allianz Riviera di Nizza (ore 20.45 – diretta Rai 1), penultima partita della stagione per gli Azzurri prima del test di qualificazione al Mondiale 2018 in programma domenica a Udine con il Liechtenstein.

Costretto in queste ultime ore a rinunciare a Verratti, tornato a casa a causa del riacutizzarsi di un problema all’adduttore destro, Gian Piero Ventura non ha dubbi sul recupero “psicologico” dei giocatori della Juventus, reduci dalla sconfitta nella finale di Champions League con il Real Madrid a Cardiff: “Ho sempre sostenuto – spiega il ct – che i grandi giocatori dopo una partita, che sia vinta o persa, dopo 48 ore devono voltare pagina perchè li aspettano nuovi traguardi. La professionalità, la voglia e la rabbia che hanno questi giocatori le conosciamo e le abbiamo ritrovate immediatamente, io non avevo dubbi, quindi zero problemi da questo punto di vista”.

Sulla formazione, annuncia “domani in porta giocherà Donnarumma” e liquida il discorso sull’interessamento della Cina: “Non c’è niente da spiegare, se è vero che c’è stato un interessamento è una cosa che mi lusinga, perché Suning è una delle potenze economiche più importanti nello sport. Ma è un dato di fatto che sono l’allenatore della Nazionale italiana, che abbiamo iniziato un progetto voluto da me che coinvolge un ricambio generazionale e credo che sia una conseguenza logica quella di portarlo avanti. Si è discusso con la Federazione di poter arrivare agli Europei con questi ragazzi, dare continuità a medio-lungo termine. Tutto il resto fa parte di questo mondo, lo accettiamo, ma la verità nuda e cruda è questa”.

Non è positivo il ruolino di marcia dell’Italia con le nazionali sudamericane, ma proprio questo è uno stimolo in più per Ventura: “Si tratta di una verifica importante – sottolinea – proprio perché l’Uruguay è una squadra ostica per noi, non guarda in faccia nessuno per mentalità. Quindi ritengo che il discorso vada al di là della semplice amichevole”,

Altri due impegni per la Nazionale prima di chiudere la stagione, ma il pensiero di Ventura vola inevitabilmente verso la Spagna, l’appuntamento decisivo: “Tra i ragazzi c’è voglia di giocare queste partite e crescere insieme; al di là delle vacanze meritate che tutti devono fare, ci sarà attenzione da parte loro. La mia preoccupazione è la condizione fisica; visto che in Spagna arriveremo dopo appena due gare di campionato, c’è il rischio che i giocatori non siano al top, ma per il resto credo che tutti i calciatori abbiamo la voglia di andare a misurarsi contro una squadra forte, su un campo difficile come il Santiago Bernabeu, ma con la convinzione che ci sono tutte le potenzialità per fare qualcosa di importante ora, ma soprattutto dopo. La rinuncia a Verratti è finalizzata a questo: ci aspettano due gare di qualificazione importanti, ma più del Liechtenstein lo è quella con la Spagna”.

Assente Buffon, la fascia di capitano domani sera toccherà a De Rossi. “Quello con l’Uruguay – sottolinea l’Azzurro – è un match importante. E’ vero che non dobbiamo far punti in chiave qualificazione ai prossimi Mondiali, ma è vero anche che dobbiamo arrivare il più in alto possibile nel ranking internazionale. Come abbiamo visto in passato, questa speciale classifica può essere determinante al momento della compilazione dei gironi delle finali Mondiali. Quindi anche domani una vittoria potrebbe servirci parecchio”. Quindi aggiunge: “Parliamo spesso di presenze e di
numeri in Nazionale; l’ultima volta raggiungevo Zoff e non ho finito la gara. Quindi eviterei… Parlando seriamente, invece, diciamo che ora mi appresto a raggiungere Pirlo. Parliamo quindi di grandi del nostro calcio, che hanno lasciato il segno. Questa cosa di esser affiancato a certi nomi chiaramente mi rende enormemente felice”.

ITALIA-URUGUAY. Per la seconda volta nella sua storia la Nazionale giocherà a Nizza. Contro l’Uruguay sarà un test di grande valore, che vedrà di fronte due tra le Nazionali più titolate: 4 titoli Mondiali, 1 Europeo, 1 Medaglia d’oro Olimpica per gli Azzurri; 2 Mondiali, 15 Coppa America, 2 Medaglie d’oro Olimpiche per la Celeste. Tornata al 12° posto nel ranking FIFA, per l’Italia l’amichevole con l’Uruguay sarà un test probante per la caratura dell’avversario, attualmente al 3° posto nel girone di qualificazione ai Mondiali della zona Conmebol dietro Brasile e Colombia, e un’occasione per rientrare nella Top Ten mondiale. Di fronte ci saranno tante vecchie conoscenze del calcio italiano: dal tecnico Oscar Washington Tabarez, un passato tra Cagliari e Milan, a tanti calciatori, tra i quali Fernando Muslera, Martin Caceres, Arevalo Rjos, Matias Vecino, Diego Laxalt, Alvaro Gonzalez, Edinson Cavani (tra l’altro capocannoniere nel girone sudamericano con 9 reti).

ITALIA-LIECHTENSTEIN. Quattro giorni dopo la sfida in Costa Azzurra, la Nazionale prosegue il cammino nelle European Qualifiers per il Mondiale 2018: contro il Liechtenstein una gara da non sottovalutare per mantenere il primato del girone E insieme alla Spagna, che sarà impegnata in contemporanea a Skopje contro la FYR Macedonia, mentre l’Albania recentemente battuta dall’Italia a Palermo farà visita a Israele ad Haifa. Quello allo Stadio ‘Friuli’ di Udine sarà l’ultimo appuntamento stagionale degli Azzurri, attesi poi il 2 settembre a Madrid dalla sfida con la Spagna probabilmente decisiva in vista del Mondiale 2018.

UDINE CITTA’ AZZURRA. Per l’occasione, la città friulana si prepara ad accogliere la Nazionale con un programma di iniziative riunite all’interno del programma ‘Udine Città Azzurra’, promosso dalla FIGC e dal Comune di Udine con l’obiettivo di coinvolgere i tifosi della Nazionale, affermare i valori positivi dello sport e promuovere l’attività calcistica di base. Tra le attività previste, l’esposizione delle Coppe del Mondo vinte dagli Azzurri e la Coppa celebrativa del tris europeo dell’Under 21 a Palazzo Morpurgo, un incontro dedicato alle società friulane sui nuovi programmi dell’attività giovanile e un seminario formativo per giornalisti (4 crediti) sul tema dell’Europeo Under 21 del 2019.

RESPONSABILITA’ SOCIALE. In occasione della gara, la FIGC sarà al fianco di UNHCR per sostenere la campagna virale ‘Together with refugees’, lanciata in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato (20 giugno).

Per la cartella stampa clicca qui

I numeri di maglia per l’amichevole con l’Uruguay

Portieri: 1 Gianluigi Buffon (Juventus), 12 Gianluigi Donnarumma (Milan), 24 Simone Scuffet (Udinese);
Difensori: 13 Davide Astori (Fiorentina), 15 Andrea Barzagli (Juventus), 19 Leonardo Bonucci (Juventus), 3 Giorgio Chiellini (Juventus), 2 Andrea Conti (Atalanta), 21 Danilo D’Ambrosio (Inter), 4 Matteo Darmian (Manchester United), 25 Gian Marco Ferrari (Crotone), 14 Leonardo Spinazzola (Atalanta);
Centrocampisti: 16 Daniele De Rossi (Roma), 8 Claudio Marchisio (Juventus), 18 Riccardo Montolivo (Milan), 5 Lorenzo Pellegrini (Sassuolo);
Esterni: 20 Federico Bernardeschi (Fiorentina), 6 Antonio Candreva (Inter), 22 Stephan El Shaarawy (Roma), 7 Lorenzo Insigne (Napoli);
Attaccanti: 9 Andrea Belotti (Torino), 17 Eder Citadin Martins (Inter), 23 Manolo Gabbiadini (Southampton), 11 Ciro Immobile (Lazio).

Il programma

Programma dell’Uruguay:
h. 10.00 Allenamento all’Allianz Riviera (aperto alla stampa i primi 15’)
h. 11.15 Conferenza Stampa all’Allianz Riviera

Mercoledì 7 Giugno MD
h.   20.45 GARA AMICHEVOLE ITALIA-URUGUAY
Al termine incontro con la stampa e trasferimento in hotel

Giovedì 8 Giugno
h. 11.00 Partenza volo charter AZ da Nizza per Firenze
h. 12.05 Arrivo volo a Firenze e trasferimento a Coverciano
h. 17.30 Allenamento (aperto i primi 15’)

Venerdì  9 Giugno                   
h. 10.30 Allenamento (chiuso)
h. 13.00 Ingresso dei Media
h. 13.45 Incontro con la stampa (calciatori)
h. 17.00 Allenamento (aperto alla stampa i primi 15’)

Sabato 10 Giugno MD-1
h. 10.30 Allenamento (aperto alla stampa i primi 15’)
h. 17.45 Partenza volo charter da Firenze per Trieste
h. 18.45 Arrivo e trasferimento allo Stadio Friuli di Udine
h. 19.45 Walk around
h. 20.00 Conferenza Stampa CT e 1 calciatore

Programma del Liechtenstein allo Stadio Friuli:
h. 18.00 Conferenza stampa del Liechtenstein
h. 18.30 Allenamento del Liechtenstein (aperto i primi 15’)

Domenica 11 Giugno MD
h.20.45 GARA EQ ITALIA-LIECHTENSTEIN

Store FIGC