Verona sede dell’amichevole Italia vs Finlandia: città, stadio e info turistiche

Verona sede dell’amichevole Italia vs Finlandia: città, stadio e inf

Luned’ 6 giugno (ore 20.45) è in programma l’amichevole tra l’Italia e la Finlandia, ultimo test prima del debutto degli Azzurri ad Euro 2016. Ad ospitare questa prova generale in vista della massima kermesse continentale sarà la città di Verona. (INFO BIGLIETTI)

GEOGRAFIA E STORIA

Verona sorge sulle sponde dell’Adige, a poche decine di chilometri dal Lago di Garda. La sua posizione è strategica, ora come al tempo dei romani, un crocevia importantissimo verso il nord-est. Una terribile alluvione che seminò distruzione nella città, datata 1882, costrinse a mutare radicalmente l’assetto dei corsi d’acqua che interessano l’area con la struttura urbanistica che ne risultò profondamente influenzata.

La sua fondazione è attribuita da alcuni agli Etruschi, da altri agli Euganei mentre c’è chi la fa risalire alla popolazione autoctona dei Veneti. Sarà l’arrivo dei romani, tuttavia, a determinarne un decisivo sviluppo, raggiungendo l’apice sotto Vespasiano. Nel periodo medievale viene eletta da Re Teodorico a città prediletta, prima di passare sotto l’egida longobarda che ne face la prima capitale del proprio dominio. Fedele storicamente al Sacro Romano Impero, la città fu uno degli scenari prediletti della faida tra guelfi e ghibellini, una rivalità che fece da sfondo al dramma shakespeariano “Romeo e Giulietta”. Fu anche sede papale per un quinquennio alla fine del XII secolo fino a ritrovare un nuova epoca aurea sotto Cangrande dalla Scala, signore illuminato cui il Sommo Poeta dedicò la terza cantica della sua Divina Commedia. Agli inizi del ‘600 una terribile epidemia di peste dimezzò la popolazione indigena, dando il via ad un periodo di depressione che si protrasse fino all’avvento di Napoleone Bonaparte, giunto a Verona durante la Campagna d’Italia del 1796. L’anno dopo il Trattato di Campoformio la ricondusse sotto la dominazione asburgica, ripassando sotto dominio francese nelle battaglie degli anni a venire. Il Trattato di Vienna riportò la status quo ante Napoleone e così rimase sino alla terza guerra di Indipendenza del 1866 che la fece passate in mano ai Savoia. Nell’epilogo della Seconda Guerra Mondiale fu eletta a nodo strategico della Repubblica Sociale.

MONUMENTI E LUOGHI D’INTERESSE TURISTICO

Verona è una delle città d’arte più ricche d’Europa, con bellezze architettoniche che vanno dall’epoca romana a quella sabauda, passando per quella medievale, scaligera e austriaca. Impossibile non partire dall’Arena di Verona, terzo anfiteatro romano per dimensioni e proscenio di manifestazioni artistiche di livello internazionale; troviamo poi l’Abbazia di San Zeno, capolavoro dell’arte romanica. Il centro storico di epoca scaligera è davvero affascinante, specie Piazza dei Signori dove è situato il Palazzo del Governo e la Loggia del Consiglio. Degno di nota è anche Palazzo Maffei, prodotto dell’influenza veneziana, situato in Piazza delle Erbe. Vennero in quel periodo iniziati i lavori di edificazione del Palazzo Gran Guardia, conclusi sotto l’egida degli Asburgo a metà XVIII secolo.

LO STADIO “MARCANTONIO BENTEGODI”

Inaugurato nel 1963 e ristrutturato in vista dei Mondiali di Italia ’90, oggi ospita le gare casalinghe di Chievo Verona ed Hellas. La sua capienza supera i 31.000 posti.

Store FIGC